Il Comune imponga la realizzazione di muri anti abusivi al Rubattino

Scritto da Gianluca Boari il 7 giugno 2010 – 16:03 -

La situazione relativa alla presenza di abusivi nell’area industriale dismessa che confina con il quartiere racchiuso tra donna-con-tanica-al-rubattinovia Pitter09-06-2010 - Abusivi al Rubattino - CronacaQui001i, via Rubattino e via Caduti di Marcinelle è ritornata ad essere grave. Sono ormai più di 200 gli abusivi che occupano il capannone a ridosso della tangenziale.
Occorre un’immediato intervento da parte della Questura affinchè si proceda con un nuovo sgombero, tuttavia ciò non basta. Senza la riqualificazione dell’area promessa ormai parecchi anni fa il problema è destinato a ripresentarsi. Una soluzione veloce da realizzarsi sarebbe quella dell’edificazione di muri che chiudano l’accesso ai capannoni fatiscenti, naturalmente a spese della Proprietà e non dell’amminstrazione comunale.

I cittadini mi scrivono e mi telefonano quasi quotidianamente raccontandomi una situazione che fa impressione:
furti negli appartamenti, problemi al supermercato Esselunga costretto a tenere chiusi i servizi igienici pubblici, la nuova fontanella dei giardini utilizzata tutto il giorno dagli abusivi per riempire taniche e lavarsi, fare il bucato nel laghetto putrido, defecare dietro le siepi del viale pedonale.

Il 20 maggio il Consiglio ha trattato una mozione che richiedeva lo sgombero, non è stata approvata in quanto è mancato il numero legale. Le sisnistre, tranne un consigliere, hanno abbandonato l’aula. Guarda chi era presente e come ha votato.

Ricordo infine che il recupero del capannone a ridosso della tangenziale sarebbe dovuto avvenire contestualmente all’edificazione dei tre stabili residenziali attualmente in corso…. o sbaglio?

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | 8 Commenti »

Milano: programma asfaltature strade maggio 2010

Scritto da Gianluca Boari il 10 maggio 2010 – 17:49 -

L’Amministrazione comunale ha in previsione per il corrente anno 2010 di riasfaltare un elevato numero di strade della città. In particolare il programma di maggio comprende i lavori, per quanto concerne la Zona 3, del tratto di viale Lombardia compreso tra piazza Piola e via Vallazze. Il Consiglio di Zona 3 ha di recente segnalato al Settore competente alcune strade per cui è ritenuto essere urgente un intervento di riasfaltatura nei prossimi mesi.

Queste sono:
viale Lombardia,
via Amadeo (dall’intersezione con via Aselli fino a quella con via Villa),
via Garofalo (tra piazza Aspromonte e via Gran Sasso),
via Pitteri,
incrocio via Marescalchi/via Argonne,
via Donatello (primo tratto da viale Abruzzi),
viale Regina Giovanna,
viale Romagna.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , ,
Inserito in AMBIENTE | 2 Commenti »

Nuovi sottoambiti di sosta 15 e 17

Scritto da Gianluca Boari il 10 maggio 2010 – 17:35 -

Le aree a sosta veicolare regolamentata aumantano e si iniziano ad estendere oltra la cerchia filoviaria linee 90-91 (“circonvallazione interna”).
Il prossimo mese di ottobre saranno attivati i sottoambiti 15 (zona piazza Ascoli – via Piceno – ex scalo p.ta Vitoria) e 17 (zona viale Umbria – piazza Insubria – piazzale Lodi). Saranno tracciate unicamente strisce blu secondo la nuova impostazione del Comune, i residenti parcheggeranno gratis.
Una metà del sottoambito 15 è situato in Zona 3, il resto in Zona 4.
I lavori di tracciatura stanno già iniziando in questi giorni.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE | Nessun commento »

Baracche di piazzale Dateo – al via l’abbattimento

Scritto da Gianluca Boari il 26 aprile 2010 – 18:49 -

L’Assessore ai Lavori pubblici Bruno Simini ha dichiarato che i fatiscenti fabbricati di corso IndipendenzXCOR BARACCHE PREFABBRICATE IN CORSO INDIPENDENZAa, realizzati nel 1989 come soluzione provvisoria per quelle attività commerciali che erano ospitate nel limitrofo palazzo comunale di piazzale Dateo oggetto di ristrutturazione, saranno finalmente abbattute.
“Questa mattina Amsa ha cominciato gli interventi di pulizia dell’area e da lunedì prossimo potranno iniziare le opere di demolizione e riqualificazione che dureranno all’incirca due mesi”. “I lavori che cominceranno settimana prossima – ha poi precisato – prevedono, oltre alla demolizione delle baracche, la riqualificazione dell’area e soprattutto il ripristino del verde”.

Finalmente si arriva alla soluzione positiva di una situazione di degrado che si portava avanti da troppo tempo, legata anche a rivendicazioni più o meno condivisibili da parte dei commercianti (superstiti) tutto a vantaggio dei cittadini e del decoro urbano.
(Foto da corriere.it)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE | Nessun commento »

Camper accampati al Rubattino – informato il Vicesindaco

Scritto da Gianluca Boari il 15 febbraio 2010 – 15:58 -

insediamento-camper-rubattino-150220102Un nuovo insediamento di “nomadi” è tra circa 3 giorni presente nel parcheggio situato nei pressi della tangeziale est in fondo a via Caduti di Marcinelle.
I cittadini sono ragionevolmente preoccupati in quanto sempre più spesso l’area incompiuta del Pru Rubattino viene presa di mira dagli abusivi.
Nell’odierna mattinata, grazie alle segnalazioni dei cittadini, ho provveduto ad informare il Vicesindaco affinchè tale spazio sia sgomberato quanto prima.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, POLITICA MILANESE, SICUREZZA | 2 Commenti »

Public Art: una proposta per il Rubattino

Scritto da Gianluca Boari il 22 gennaio 2010 – 16:26 -

Il termine Public Art nasce alla fine degli anni Sessanta per indicare sculture o installazioni collocate all’esterno e in laghetto-tangenziale-rubattinospazi pubblici. In particolare tra gli anni Sessanta e Settanta negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, in Francia e in Germania si parla di Public Art nel contesto di programmi promossi dalle pubbliche amministrazioni ai fini della riqualificazione urbanistica. Definizione ripresa con più ampio significato negli anni ’90 e centrata sul concetto di site specific, contesto entro il quale l’opera d’arte viene collocata in stretto rapporto con la specificità del luogo,  secondo la più rigorosa pertinenza dell’una rispetto all’altro.

L’attuale e incompiuto parco Maserati localizzato nell’ex area industriale Innocenti/Maserati è attraversato dalla tangenziale est che rappresenta un elemento antropico di divisione visuale prima ancora che fisica, solo in parte mitigata dalla presenza di un laghetto artificiale.
Perchè allora non usare i colori e le forme della natura per creare più armonia?

Appuntamento il giorno 9 febbraio in via Sansovino 9 dalle ore 19.00 alle ore 20.00 per discuterne in Commissione Cultura.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO | Nessun commento »

Piazza Gobetti: pericolo cavo sospeso

Scritto da Gianluca Boari il 13 dicembre 2009 – 00:30 -

10.12.2009 - giardino piazza GobettiEsiste da tempo una situazione di potenziale pericolo ai margini del giardino di piazza Gobetti. Un cavo elettrico invece di essere interrato è “svolazzante”, essendo ancorato unicamente ad alcuni alberi. Serve a portare corrente all’edicola dalla cabina dell’A2A.

Presto presenterò un’interrogazione ai Settori competenti del Comune affinchè per sottolineare questa situazione e chiedere la tempistica per un intervento di messa in sicurezza.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO, SICUREZZA | 1 Commenti »

Nuovo sgombero in via Caduti di Marcinelle

Scritto da Gianluca Boari il 29 novembre 2009 – 14:58 -

Nella giornata di ieri un centinaio di nomadi di origine slava che si erano fermati abusivamente in via Caduti di Marcinelle, nel quartiere Rubattino, sono stati allontanati con i loro veicoli, quasi venti tra camper e roulotte, dalla Polizia municipale. «Gli agenti – evidenzia il vice sindaco Riccardo De Corato – stanno facendo un ottimo lavoro sul territorio per contrastare gli insediamenti abusivi. A Milano, infatti, dopo lo sgombero di Rubattino non ci sono più grandi baraccopoli ma solo micro-insediamenti sui quali stiamo intervenendo quasi quotidianamente».

Ringrazio il Vice Sindaco per questo nuovo e rapido sgombero avvenuto a meno di una settimana dalle segnalazioni arrivate a lui e al sottoscritto da alcuni cittadini residenti.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | 2 Commenti »

Sgomberato a tempo di record il campo abusivo di via Forlanini

Scritto da Gianluca Boari il 26 novembre 2009 – 18:01 -

Verso le otto di stamani è stato sgomberato un campo abusivo appena creatosi presso l’ex caserma di viale Forlanini ad opera di una parte dei “nomadi” che avevano occupato la zona di via Rubattino.

Il vice sindaco Riccardo De Corato ha dichiarato che: “alle donne con minori è stato offerto il ricovero nelle strutture comunali che al momento è stato rifiutato. Dopo lo smantellamento in via Rubattino dell’ultima grande favela di Milano, il piano degli sgomberi entra in una nuova fase che prevede ormai interventi in piccoli insediamenti con l’obiettivo di arrivare al totale azzeramento. Mentre nei campi regolari proseguirà l’opera di alleggerimento”.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | Nessun commento »

Giusta la politica degli sgomberi del Comune di Milano

Scritto da Gianluca Boari il 22 novembre 2009 – 19:52 -

Esprimo piena adesione a quanto dichiarato oggi alle agenzie dal Vice Sindaco e Assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato:
“I rom abusivi non sono e non saranno tollerati. E’ la linea non del Comune di Milano ma dell’Europa. Che ha varato la direttiva numero 38 nel 2004, recepita dal decreto legislativo del 6 febbraio 2007, secondo la quale i comunitari che non si registrano, non hanno mezzi di sostentamento sufficienti, un lavoro e un’assistenza sanitaria dopo tre mesi di soggiorno vanno allontanati. Dunque gli sgomberi andranno avanti fino ad azzerare tutte le baraccopoli della città. Anche se quelle rimaste, dopo l’intervento di Rubattino, sono ormai di piccole dimensioni”. Lo afferma il vice Sindaco e assessore alla sicurezza Riccardo De Corato. “La decisione di dare assistenza nelle strutture comunali e convenzionate alle madri con i loro bambini – spiega De Corato – è un ‘di più’ garantito dall’Amministrazione. Che dal punto di vista dei principi vigenti nella Ue dovrebbe invece proporre al Prefetto il decreto di allontanamento di tutti gli abusivi per cessate condizioni di soggiorno oltre a una denuncia per invasione di terreno ed edifici secondo l’ articolo 633 del codice penale”.
Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in AMBIENTE, POLITICA MILANESE, SICUREZZA | Nessun commento »