il Consiglio di Zona 3 finanzia Arcigay per fare propaganda nel mercatino natalizio di Porta Venezia

Scritto da Gianluca Boari il 30 novembre 2015 – 12:22 -

2015.11.27 - La Zona 3 paga arcigay per stare nel mercatino natalizio - Il GiornaleAnche quest’anno 4 mila euro dei milanesi finiscono nelle casse di ArciGay. Il Consiglio di Zona 3 ha infatti deciso di finanziare l’associazione per essere presente nel mercatino natalizio di Via lecco in zona Porta Venezia.
Loro prendono i soldi e i commercianti pagano per essere presenti.
Leggete la mia dichiarazione su Il Giornale

CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , ,
Inserito in IN CONSIGLIO, RASSEGNA STAMPA | Nessun commento »

ArciAmici di Natale

Scritto da Gianluca Boari il 7 novembre 2015 – 15:48 -

2015.11.07 - mercatino natalizio arcigay - Il Giorno
Quando gli amici chiamano la Zona 3 risponde… ecco soldi ad Arcygay per occupare il mercatino natalizio di Porta Venezia

(CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , ,
Inserito in IN CONSIGLIO, RASSEGNA STAMPA | Nessun commento »

Torneo di calcio per profughi. un altro modo di buttare via i soldi dei milanesi

Scritto da Gianluca Boari il 6 settembre 2015 – 00:55 -

2015.09.05 - torneo di calcetto per profughi
Dopo le discutibili iniziative approvate dalla sinistra in Zona 3 nello scorso mese di luglio, tra cui i 6500 euro dati al bar/associazione Peter Pan del Parco Lambro per alcune serate musicali, ecco altri 800 euro che finiranno le tasche delle solite associazioni pseudo caritatevoli. Questa volta si sono inventati il torneo di calcetto per (presunti) profughi con corollario di conferenze.
Ho votato contro all’iniziativa assieme ai consiglieri del centrodestra. Ncd si è astenuto … guarda caso

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , ,
Inserito in IN CONSIGLIO, RASSEGNA STAMPA | Nessun commento »

Danneggiamenti villette Liberty: il Pd assolve i colpevoli

Scritto da Gianluca Boari il 3 luglio 2015 – 15:43 -

29/08/14 - Il Giorno Le devastazioni compiute dai Lambretta

29/08/14 – Il Giorno
Le devastazioni compiute dai Lambretta

Dopo quasi un anno dall’ultimo sgombero delle villette Aler di Piazza Ferravilla e Via Apollodoro il Consiglio di Zona affronta la discussione della mozione che avevo presentato, a seguito della scoperta dell’entità dei danni provocati dagli abusivi agli stabili, che chiedeva che venissero loro addebitati i danni.
Un articolo de Il Giorno ne faceva lo scorso agosto un ampio resoconto ipotizzando anche il furto di energia elettrica. Le immagini sono bene esplicative (CLICCA SOPRA PER INGRANDIRE).

La discussione è avvenuta con soli due interventi da parte della sinistra, quelli del Presidente del Consiglio di Zona Renato Sacristani (Rifondazione comunista) e di Giuseppina Rosco (Partito democratico), rappresentante dell’ala cattolica del partito e attiva nella parrocchia di Piazza San Materno/Casoretto.
Sacristani ha dichiarato la mozione mal scritta in quanto era citata una lettera dell’Asl che denunciava una situazione igienica insostenibile ed era rivolta al Comune anzichè all’Aler. Più sconcertante l’intervento della rappresentante del Pd che ha dichiarato il voto contrario del suo partito motivandolo con l’impossibilità di individuare i colpevoli e dando la colpa di quanto accaduto all’incuria dell’Aler.
Le affermazioni del Pd sono gravi in quanto, al di la dell’incuria che va certamente addebitata alla proprietà, rappresentano un goffo tentativo di giustificare i delinquenti che per oltre un anno hanno agito nelle villette Liberty devastandole, organizzando bar e palestre abusive, abbattendo muri e imbrattando le mura. A tutto ciò va aggiunta la documentata presenza di un campicello coltivato a marijuana.
Come non ricordare infine come questo atteggiamento di protezione nei confronti dei teppisti dei centri sociali abbia portato due esponenti del Consiglio di Zona a prendere parte alle riunioni degli abusivi!

Questo grave episodio di giustificazionismo dei centri sociali rappresenta chiaramente come il Pd e gli altri sodali di Pisapia continuino a strizzare l’occhio verso il mondo dei centri sociali per fini elettorali.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , , ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO, POLITICA MILANESE, SICUREZZA | Nessun commento »

Lambrate: progetto riqualificazione Via Rodano

Scritto da Gianluca Boari il 30 giugno 2015 – 01:43 -

Tavola progetto Rodano-PredilAlcuni giorni fa in occasione di una seduta di Commissione Urbanistica congiunta con quella Ambiente è stato finalmente presentato il progetto per la riqualificazione di Via Rodano e Via Predil.
Intervento atteso da anni in quanto a carico della società che aveva realizzato il programma di riqualificazione urbana del Rubattino (scomputo oneri di urbanizzazione). Negli ultimi anni l’intervento si era reso indispensabile in quanto era nel frattempo nato il supercondominio “I Giardini di Via Rodano”. Da un paio di anni i nuovi residenti sono costretti a camminare in una via buia con pezzi di marciapiedi mancanti ed aree sterrate ridotte a discariche.

Il Consiglio di Zona si era occupato della questione senza ricevere risposte dall’amministrazione centrale, in particolare aveva richiesto su mio suggerimento che l’intervento prevedesse la realizzazione di posti auto a lisca di pesce in numero congruo al fine di recuperare quanto si sarebbe perso con gli interventi, poi realizzati, in Via Conte Rosso.

I progettisti non hanno ascoltato il Consiglio di Zona non recependo la richiesta. D’altra parte l’amministrazione ha inteso presentare un progetto definitivo senza che i precedenza vi fosse stata nessuna occasione di confronto ufficiale con i cittadini. Non escludo ovviamente che i consiglieri di sinistra fossero stati preventivamente informati ed eruditi su come comportarsi, vale a dire a star buoni e zitti.

I punti critici a mio avviso sono tre:
1) mancata realizzazione di un adeguato numero di posti auto
2) nessuna garanzia sull’efficienza della nuova illuminazione pubblica, dichiarata semplicemente come in linea con la politica del Comune (quindi tanto risparmio e poca sicurezza).
3) alcuni tratti del marciapiede di Via Bertolazzi saranno rifatti solo in futuro (non specificato quindi occorrerà stare addosso all’amministrazione)

I tempi per le opere sono di circa 6 mesi (dichiarati).

CLICCA QUI PER SCARICARE LA TAVOLA DEL PROGETTO IN ALTA DEFINIZIONE

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO | 1 Commenti »

Lambrate: via i punkabestia da Via Sbodio

Scritto da Gianluca Boari il 28 giugno 2015 – 18:09 -

Il Giorno - 27/06/15

Il Giorno – 27/06/15

Dopo 11 mesi di attesa è stata finalmente messa in discussione sal Consiglio di Zona 3 la richiesta di sgombero della cascina abbandonata di Via Sbodio. Incredibilmente e finalmente la sinistra ha ascoltato la voce del quartiere!
A Lambrate – Rubattino – Ortica sono ancora tante le aree da liberare, a partire da Via Arrighi che nell’indifferenza delle istituzioni è ormai interamente occupata abusivamente (civici pari e dispari). Per non parlare di Via Trenatacoste/Via Cima.

Comune e Prefettura devono darsi una svegliata!
(CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , , , ,
Inserito in APPUNTAMENTI, IN CONSIGLIO, SICUREZZA | Nessun commento »

Area occupata di via Valvassori Peroni: ci sarà lo sgombero?

Scritto da Gianluca Boari il 6 novembre 2011 – 15:21 -

Stanno per scadere i quindici giorni di tempo che il Consiglio di Zona 3 ha dato agli occupanti abusivi dell’ex area Uffici Parchi e Giardini di via Valvassori Peroni affinchè abbondonino l’area. Il testo della delibera approvato all’unanimità chiede infatti al Sindaco lo sgombero dell’area occupata qualora entro quindici giorni dall’approvazione della stessa risulti ancora occupato.
La delibera è stata votata all’unanimità essendo frutto di un’intesa raggiunta tra maggioranza e opposizioni sul testo preparato dal consigliere Monzio ed epurato dagli elementi di inutile e pretestuosa polemica nei confronti della Provincia di Milano. Per consentire che si raggiungesse tale accordo e che finalmente la maggioranza di sinistra si esprimesse per lo sgombero senza far perdere altro tempo alla cittadinanza ho ritenuto di ritirare la mia mozione che era stata all’origine della tardiva presa di coscienza del problema da parte del Consiglio di Zona.
Qualora gli occupanti non dovessero abbandonare l’area e il Comune decidesse di disattendere la volontà del Consiglio di Zona mi impegnerò a riprendere la battaglia per la legalità ritornando nel quartiere, a contatto di chi subisce i disagi e il degrado ambientale dovuto alle feste e festini organizzati dagli abusivi.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in AMBIENTE, GOVERNO BERLUSCONI 2008-2013, IN CONSIGLIO, POLITICA INTERNAZIONALE, POLITICA MILANESE, SPECIALI | Nessun commento »

In Zona 3 sinistra e ANPI tingono la Resistenza di rosso

Scritto da Gianluca Boari il 23 settembre 2011 – 13:40 -

In Italia esiste il reato di apologia di Fascismo ma non quello di apologia di Comunismo.
Nonostante gli oltre ottanta milioni di morti causati dai regimi comunisti nel mondo, la povertà e la mancanza di libertà che ancora oggi regna dove sopravvivono regimi che si ispirano al comunismo c’è ancora chi guarda al simbolo della “Falce e Martello” come un riferimento ideale e come un sogno infranto da condividere con le nuove generazioni.
Per molti si tratta ormai di poco più di un amarcord, di un desiderio di ricordare il fuoco politico e ideale della gioventù. Per certa sinistra forme e colori del comunismo rimangono forse l’ultima ancora, la boa cui disperatamente agganciarsi per cercare di non annegare nel mare di mediocrità e mancanza di idee dei propri leaders.

Così è anche in Consiglio di Zona 3, dove la maggioranza di sinistra ha approvato la concessione del Patrocinio ad un’iniziativa dell’ANPI organizzata nel quartiere dell’Ortica denominata “Fumetti Resistenti”: mostra illustrata sulla storia di otto partigiani: Gabriella degli Esposti, Dante di Nanni, Gisella Floreanini, Giulio Picelli, Eugenio Curiel, Ines Bedeschi, Livia Bianchi, Libero Briganti. Persone in gran parte riconducibili alla storia del Partito Comunista in Italia, in particolare la Floreanini fu anche deputato comunista nel dopoguerra.

La Resistenza fu un movimento variegato a cui aderirono persone delle più disparate idee politiche: socialisti, comunisti, cattolici,liberali, monarchici e semplici disertori delle forze armate. Tutti erano uniti dal desiderio di restituire all’Italia la dignità persa a seguito dell’occupazione militare tedesca. Proprio per ciò che ha rappresentato, la Resistenza è patrimonio di tutti. Ci ricorda che la libertà di cui godiamo non è qualcosa di scontato, ma si tratta di una conquista costata sangue e sofferenze. Il ricordo deve vivere in noi per renderci più forti nella volontà di preservare il nostro modello di società in cui ciascuno è libero di pensare e vivere come meglio ritiene nel rispetto altrui.
Non ho pertanto apprezzatoil taglio storico dell’iniziativa, la volontà di piegare il ricordo della Resistenza a quello di un’ideaologia politica. In più si è voluto sottolineare tutto ciò producendo volantini che ritraggono la bandiera dell’Unione Sovietica bocciando la richiesta del Consigliere Migliarese del PdL ti eliminare simboli politici ricunducibili a partiti presenti in Consiglio di Zona.

In questo modo si vuole dare alla Resistenza un significato diverso e pertanto non più condivisibile.
Un pericoloso gioco politico che divide invece di unire e che deve porci un’interrogativo:
Chi e che cosa rappresenta oggi l’ANPI?

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in IN CONSIGLIO | 2 Commenti »

Avanti con il trasferimento di poteri alle Zone, ma l’Assessore Benelli da lo stop

Scritto da Gianluca Boari il 13 settembre 2011 – 12:18 -

In occasione della seduta del Consiglio di Zona dell’otto settembre è stato approvato all’unanimità un documento che chiede al Sindaco di dare immediatamente attuazione al trasferimento di competenze dal centro alle periferie in materia ambientale come da capitolo V del Regolamento del Decentramento e mai attuato.

In attesa della costituzione formale della Città Metropolitana, secondo quanto promesso in campagna elettorale da Pisapia, il Consiglio di Zona 3 ha deciso di premere sull’accelleratore affinchè si cominci da subito quel processo di trasferimento di competenze e risorse dal centro alle Zone, ben sapendo come tale processo ha in passato incontrato resistenze da parte della burocrazia e della politica. Mi riferisco in particolare agli Assessori e ai loro mal di pancia nell’ipotesi di perdere quote di potere e visibilità.
L’approvazione del documento del Consiglio di Zona 3 ha già scatenato le prime reazioni. Il Corriere della Sera ha nei giorni scorsi dato spazio all’argomento sottolineando la distanza che ancora esiste tra le rivendicazioni delle Zone e la Giunta Pisapia. L’Assessore Benelli, con delega al decentramento, ha bocciato l’idea che siano le Zone ad occuparsi della manutenzione del verde asserendo che tale servivio avviene centralmente in maniera più che buona. Questo episodio, che certamente non è un segnale incoraggiante, non fermerà certo le nostre rivendicazioni di eletti nell’istituzione più prossima al territorio, che per tale ragione riteniamo giusto avere la possibilità di rispondere direttamente alle richieste dei cittadini.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO | Nessun commento »

Sosta regolamentata in via Pacini – presentata mia mozione

Scritto da Gianluca Boari il 10 settembre 2011 – 12:56 -

Giovedì 15 settembre sarà all’ordine del giorno della seduta del Consiglio di Zona 3 la mia richiesta di istituzione immediata della sosta regolamentata in via Pacini e vie traverse. Un intervento assolutamente necessario e richiestomi dai cittadini allo scopo di rendere più agevole per i residenti poter parcheggiare.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO | Nessun commento »