Pisapia e la Curia vogliono dare le case popolari ai finti profughi

Scritto da Gianluca Boari il 7 agosto 2015 – 15:25 -

Il Comune vorrebbe dare parte delle case Aler ai finti profughi con l’appoggio di Scola. In Città Studi una parrocchia pronta ad ospitarli secondo il Corriere della Sera del 5 agosto.
Nell’articolo di Libero di oggi denuncio la presenza di un ex asilo Faes in Via Noe e presento interrogazione a Sindaco e Assessore Majorino per capire cosa si intende fare in Zona 3.
Dal alcuni mesi girano infatti voci tra i residenti della zona di Piazza Piola in merito al progetto di riutilizzo dell’immobile di Via Noe 24, un tempo affittato al Faes per una scuola dell’infanzia, per convertillo in ostello per “profughi”. Si tratta di una struttura provvista di refettorio di proprietà di un ente religioso. Confinate con esso la Parrocchia di San Giovanni in Laterano.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , ,
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | Nessun commento »

Scritto da Gianluca Boari il 25 luglio 2015 – 18:43 -

2015.07.25 - sgomberi rubattino - Il Giorno

Contento per gli sgomberi avvenuti in queste ultime settimane a Rubattino e all?ortica dopo che i reportage de Il Giornale avevano messo in evidenza una situazione vergognosa e insotenibile. Tuttavia una seria politica di controllo del territorio prevederebbe che gli allontanamenti venissero fatti a breve distanza dalle segnalazioni e in maniera continuativa. In questo modo si darebbe un segnale forte agli abusivi e aspiranti tali.
CLICCA SULL’ARTICOLO PER LEGGERE LE MIE DICHIARAZIONI

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , , ,
Inserito in APPUNTAMENTI, SICUREZZA | Nessun commento »

Via Padova: da Loreto a Cascina Gobba regna il degrado

Scritto da Gianluca Boari il 24 luglio 2015 – 16:29 -


Farsi un giro in Via Padova a piedi o sulla famosa linea 56 è un’esperienza che lascia il segno anche in chi come me non vive nel centro storico. Qui non sembra di essere in Italia ma in una enclave di stranieri dove regnano degrado e illegalità diffusa.
In questo contesto l’Amministrazione Pisapia vuole concedere gli spazi comunali di Via Esterle per fare una moschea dopo quelle semiclandestine già esistenti a metà e alla fine di via Padova.
A pochi passi dall’intersezione tra Via Padova e Via Palmanova si arriva alla stazione MM2 di Cascina Gobba dove da aprile è presente un accampamento di “nomadi” nel parcheggio a pochi metri dai bus. Gli abusivi si sono impossessati ormai dei bagni della stazione per utilizzarli per la toilette e per fare il bucato.
Nella seduta del Consiglio di Zona di ieri ho segnalato la situazione della Gobba e ho presentato una mozione ad hoc per chiedere piuù controllo visto che di vigili qui non se ne vedono.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , ,
Inserito in SICUREZZA | Nessun commento »

Porta Venezia tra degrado e illegalità

Scritto da Gianluca Boari il 13 luglio 2015 – 12:53 -


Porta Venezia e in particolare il quartiere dell’ex Lazzaretto sono da quasi due anni un cnetro immigrati a cielo aperto. Tra degrado, scafisti di terra e illegalità. Come è possibile che le istituzioni lascino correre una situazione di questo tipo. Non vale solo per il Comune di Milano ma soprattutto per la Prefettura e il Ministero dell’Interno. Ma non si vergognano?!
Spero che questo reportage serva a smuovere le acque e far attivare chi deve e può farlo! I cittadini non ne possono più! Senza contare la pessima immagine che viene data ai turisti nell’anno di Expo!
In questo video Luca Lungo ed io prendiamo posizione su questa situazione scandalosa.
Per l’articolo completo (con altri video e foto, CLICCA QUI
(L’articolo completo si legge solo da pc o selezionando la modalità desktop da smartphone)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , ,
Inserito in SICUREZZA, SPECIALI | Nessun commento »

Danneggiamenti villette Liberty: il Pd assolve i colpevoli

Scritto da Gianluca Boari il 3 luglio 2015 – 15:43 -

29/08/14 - Il Giorno Le devastazioni compiute dai Lambretta

29/08/14 – Il Giorno
Le devastazioni compiute dai Lambretta

Dopo quasi un anno dall’ultimo sgombero delle villette Aler di Piazza Ferravilla e Via Apollodoro il Consiglio di Zona affronta la discussione della mozione che avevo presentato, a seguito della scoperta dell’entità dei danni provocati dagli abusivi agli stabili, che chiedeva che venissero loro addebitati i danni.
Un articolo de Il Giorno ne faceva lo scorso agosto un ampio resoconto ipotizzando anche il furto di energia elettrica. Le immagini sono bene esplicative (CLICCA SOPRA PER INGRANDIRE).

La discussione è avvenuta con soli due interventi da parte della sinistra, quelli del Presidente del Consiglio di Zona Renato Sacristani (Rifondazione comunista) e di Giuseppina Rosco (Partito democratico), rappresentante dell’ala cattolica del partito e attiva nella parrocchia di Piazza San Materno/Casoretto.
Sacristani ha dichiarato la mozione mal scritta in quanto era citata una lettera dell’Asl che denunciava una situazione igienica insostenibile ed era rivolta al Comune anzichè all’Aler. Più sconcertante l’intervento della rappresentante del Pd che ha dichiarato il voto contrario del suo partito motivandolo con l’impossibilità di individuare i colpevoli e dando la colpa di quanto accaduto all’incuria dell’Aler.
Le affermazioni del Pd sono gravi in quanto, al di la dell’incuria che va certamente addebitata alla proprietà, rappresentano un goffo tentativo di giustificare i delinquenti che per oltre un anno hanno agito nelle villette Liberty devastandole, organizzando bar e palestre abusive, abbattendo muri e imbrattando le mura. A tutto ciò va aggiunta la documentata presenza di un campicello coltivato a marijuana.
Come non ricordare infine come questo atteggiamento di protezione nei confronti dei teppisti dei centri sociali abbia portato due esponenti del Consiglio di Zona a prendere parte alle riunioni degli abusivi!

Questo grave episodio di giustificazionismo dei centri sociali rappresenta chiaramente come il Pd e gli altri sodali di Pisapia continuino a strizzare l’occhio verso il mondo dei centri sociali per fini elettorali.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , , ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO, POLITICA MILANESE, SICUREZZA | Nessun commento »

I rom di Rubattino sfruttati dalle cooperative: quando degrado e lavoro nero si intrecciano

Scritto da Gianluca Boari il 30 giugno 2015 – 22:39 -


Spesso ci si domanda se tutto il degrado che vediamo in giro sia solo frutto di incuria e ignavia, spesso invece si tratta di qualcosa che fa comodo a chi sa fare impresa solo sfruttando il prossimo. Questa volta sono gli stessi rumeni a dircelo in occasione del sopraluogo che ho fatto ieri all’Ortica e a Rubattino.

Dopo quanto visto mi aspetto che le Istituzione a partire dal Comune diano risposte concrete senza continuare a prendere in giro i milanesi coi finti sgomberi.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , , , , ,
Inserito in POLITICA MILANESE, SICUREZZA, SPECIALI | Nessun commento »

Lambrate: via i punkabestia da Via Sbodio

Scritto da Gianluca Boari il 28 giugno 2015 – 18:09 -

Il Giorno - 27/06/15

Il Giorno – 27/06/15

Dopo 11 mesi di attesa è stata finalmente messa in discussione sal Consiglio di Zona 3 la richiesta di sgombero della cascina abbandonata di Via Sbodio. Incredibilmente e finalmente la sinistra ha ascoltato la voce del quartiere!
A Lambrate – Rubattino – Ortica sono ancora tante le aree da liberare, a partire da Via Arrighi che nell’indifferenza delle istituzioni è ormai interamente occupata abusivamente (civici pari e dispari). Per non parlare di Via Trenatacoste/Via Cima.

Comune e Prefettura devono darsi una svegliata!
(CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , , , , ,
Inserito in APPUNTAMENTI, IN CONSIGLIO, SICUREZZA | Nessun commento »

Sgombero abusivi via Valvassori Peroni: il Comune è inadempiente

Scritto da Gianluca Boari il 1 gennaio 2012 – 01:38 -

Ingresso spazio occupato

Ingresso spazio occupato

Continua ormai da 9 mesi l’occupazione abusiva dell’area comunale un tempo sede di uffici e depositi del “Settore Parchi e Giardini” situata in via Valvassori Peroni 10.
Il 24 ottobre 2011 il Consiglio di Zona approvava all’uanimità, a seguito delle mie continue ed insistenti sollecitazioni, un documento in cui si chiedeva al Sindaco di procedere con lo sgombero e la messa in sicurezza dell’area entro quindici giorni.
Da quella data sono trascorsi due mesi e mezzo ma nulla è stato fatto. In occasione della seduta di Consiglio del 13 gennaio è stata finalmente trattata e messa in votazione la mozione urgente che avevo presentato il 17 novembre per sollecitare l’esecuzione delle richieste del Consiglio di Zona. Incredibilmente, o quasi, la maggioranza di sinistra ha votato contro il sollecito e la mozione è stata quindi bocciata. La votazione contraddice la precedente espressione di voto dello scorso mese di ottobre, proprio ora che il Comando di Polizia Locale della Zona 3 si è espresso ufficilmente con una
comunicazione datata 3 gennaio 2012 in cui vengono descritti esattamente tutti i fatti riportati dal sottoscritto all’attenzione del Consiglio di Zona mesi fa a seguito degli incontri con i cittadini esasperati dalla situazione di illegalità permanente.
“Attualmente, la struttura ospita pressochè stabilmente circa 10/12 soggetti e 4 cani. Nei giorni di fine settimana però, tale numero accresce sensibilmente per la consuetudine di indire una sorta di rave party con abbondante consumo di alcolici e diffusione di musica ad alto volume fino a notte fonda, con evidente disagio per il vicinato. All’indomani di tali incontri, ci si misura, poi, con un gran numero di bottiglie abbandonate in strada e i miasmi connessi alla discutibile abitudine di espletare i bisogni fisiologici in area pubblica e di abbandonare grosse quantità di rifiuti”. In questa lettera, inoltre, si suggerisce al Comune di procedere allo sgombero attraverso un coordinemento tra Polizia Locale e Polizia di Stato per salvaguardare “l’incolumità fisica del personale operante”.

Il Consiglio di Zona, per volontà del suo Presidente e della Maggioranza che lo sostiene, non ha voluto chiedere il rispetto di una proria precisa richiesta risalente a quattro mesi fa rimasta inevasa dall’Amministrazione centrale. Temo quindi che tale comportamento possa essere legato ad una trattativa in corso tra Comune e occupanti dai contorni opachi. Spero ovviamente di sbagliarmi perchè auspico che questa Amministrazione non sia caduta così in basso.
Nel frattempo i residenti continuano a sopportare questa situazione di degrado e i giovani frequentatori dei rave continuano a correre gravi rischi per la salute in uno spazio del Comune.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Inserito in SICUREZZA | Nessun commento »

Piazza Gobetti: finalmente interrato il cavo elettrico penzolante

Scritto da Gianluca Boari il 24 marzo 2011 – 01:26 -

Dopo oltre un anno dalla mia richiesta il Comune ha provveduto a far interrare il cavo elettrico che alimenta il chiosco di piazza Gobetti e che per anni penzolava attaccato in qualche maniera agli alberi in maniera pericolosa e poco decorosa dal punto di vista estetico.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | Nessun commento »

Viabilità piazza Bottini – chiesta inversione di senso di marcia di via Orombelli

Scritto da Gianluca Boari il 22 febbraio 2011 – 16:17 -

In occasione della seduta di Commissione Traffico e Viabilità del 2 febbraio 2011 gli Uffici del Consiglio di Zona hanno inviato al Comandante della Polizia Locale della Zona 3 dott. Zampinetti la richiesta di invertire il senso di marcia di via Orombelli.
La richiesta è motivata dal fatto che, così come attualmente sistemata, la viabilità della via Valvassori Peroni, nel tratto tra la via Bassini e piazza Bottini risulta essere un “cul de sac” che conduce soltanto nella piazza, la quale comunque non può essere attraversata. Inoltre l’incrocio, di cui alla allegata planimetria, tra le vie Buschi, Valvassori Peroni e Orombelli dà luogo a situazioni di grande confusione e pericolo.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO, SICUREZZA | Nessun commento »