Assessore alla Felicità: la commedia del ridicolo targata Pd

Scritto da Gianluca Boari il 1 luglio 2016 – 01:47 -

Non sembra vero ma credeteci! Al Municipio 3 di Milano vediamo apparire una nuova mitica figura di Assessore…. quello alla Felicità.

Chi vorrà essere felice potrà recarsi in questa parte di milano e godere della sua luce, sentirsi rincuorare dalla sua voce. Non avrete più tristezze vi donerà la felicità!. Il Pd e la sinistra hanno creato una figura che stia a cavallo tra un santone e una teleimbonitrice?

Si ride per non piangere. Si scherza per non doversi arrabbiare con quei milamnesi che alle elezioni del 5 e del 19 giugno hanno preferito il mare lasciando Milano in mano a questa classe politica. Siete felici ora?! Siatelo perchè lo dice il Pd!

(CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA NOMINA!)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , ,
Inserito in IN CONSIGLIO | Nessun commento »

Viale Abruzzi: nuova segnaletica demenziale

Scritto da Gianluca Boari il 26 giugno 2016 – 12:47 -

2016.06.26 - segnaletica_impazzita_Viale_Abruzzi - Il GiornaleOggi su Il Giornale è stata pubblicata la foto gentilmente fornita da una residente che riprende l’assurda segnaletica orizzontale tracciata due giorni fa, in concomitanza coi lavori di allungamento della porzione di spartitraffico di viale Abruzzi all’altezza del Bar Basso. “Piazza Lode” al posto di una probabile “Piazzale Lodi”. Ma l’aspetto forse più grave sta nel senso razionale di questa tracciatura per quanto concerne “Viale Romagna”. Il Comune invece di rifare completamente l’incrocio demenziale e caratterizzato da continui incidenti preferisce suggerire agli automobilisti che per andare in Viale Romagna, che sarebbe a sinistra, è meglio andare a destra per poi più avanti tornare evidentemente a sinistra! Direi tutto demenziale.

(CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE)

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , , ,
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | Nessun commento »