Abusivismo e Zona 3

Scritto da Gianluca Boari il 29 giugno 2012 – 21:07 -

cdzimbrattatoLa sera di giovedì 28 giugno il muro esterno di via Sansovino 9, sede del Consiglio di Zona 3, è stato imbrattato con numerosi manifesti recanti la scritta “Io sto col Labretta”.
Inconprensibile ai più, si tratta di un messaggio mirato alla maggioranza che governa il Consiglio da parte degli abusivi che hanno occuppato le villette Liberty di proprietà dell’Aler site in via Apollodoro e piazza Ferravilla.

Lo scorso 21 aprile, ad un anno dall’occupazione abusiva degli spazi comunali di via Valvassori Peroni, mai sgomberati dal Sindaco nonostante le proteste dei residenti delle palazzine circostanti, la Zona 3 è stata teatro di un’altra occupazione. Il “Collettivo Lambretta” sta di fatto privatizzando degli spazi pubblici per svolgere iniziative “culturali” e di “ascolto del territorio”.
Un’occupazione denunciata più volte dai consiglieri di opposizione ma mai condannata e nemmeno criticata da chi governa la città. Alcuni consiglieri prendono addirittura parte alle assemble organizzate dagli abusivi, dando di fatto un avallo politico a chi è in flagranza di reato.

Mentre l’abusivismo di matrice politica viene trattato coi quanti da chi si sente orfano degli Anni ’70, l’abusivismo di sempre, quello dei cosidetti “nomadi”, non rova più contrasto. Quartieri come Lambrate e Rubattino sono sempre più abbandonati a se stessi.
Altro capitolo quello della prostituzione per strada, tornata ai “fasti” di 4-5 anni fa.

In Zona 3 questo è ciò che ha portato il vento del cambiamento.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , ,
Inserito in APPUNTAMENTI | Nessun commento »

Avanti con il trasferimento di poteri alle Zone, ma l’Assessore Benelli da lo stop

Scritto da Gianluca Boari il 13 settembre 2011 – 12:18 -

In occasione della seduta del Consiglio di Zona dell’otto settembre è stato approvato all’unanimità un documento che chiede al Sindaco di dare immediatamente attuazione al trasferimento di competenze dal centro alle periferie in materia ambientale come da capitolo V del Regolamento del Decentramento e mai attuato.

In attesa della costituzione formale della Città Metropolitana, secondo quanto promesso in campagna elettorale da Pisapia, il Consiglio di Zona 3 ha deciso di premere sull’accelleratore affinchè si cominci da subito quel processo di trasferimento di competenze e risorse dal centro alle Zone, ben sapendo come tale processo ha in passato incontrato resistenze da parte della burocrazia e della politica. Mi riferisco in particolare agli Assessori e ai loro mal di pancia nell’ipotesi di perdere quote di potere e visibilità.
L’approvazione del documento del Consiglio di Zona 3 ha già scatenato le prime reazioni. Il Corriere della Sera ha nei giorni scorsi dato spazio all’argomento sottolineando la distanza che ancora esiste tra le rivendicazioni delle Zone e la Giunta Pisapia. L’Assessore Benelli, con delega al decentramento, ha bocciato l’idea che siano le Zone ad occuparsi della manutenzione del verde asserendo che tale servivio avviene centralmente in maniera più che buona. Questo episodio, che certamente non è un segnale incoraggiante, non fermerà certo le nostre rivendicazioni di eletti nell’istituzione più prossima al territorio, che per tale ragione riteniamo giusto avere la possibilità di rispondere direttamente alle richieste dei cittadini.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO | Nessun commento »