Arte, Parole e Musica indagano l’Unità d’Italia -evento di apertura

Scritto da Gianluca Boari il 28 marzo 2011 – 02:10 -

coccadra-piccola-jpgMartedì 29 marzo alle ore 21.00 presso lo Spazio Oberdan si terrà il primo appuntamento con l’iniziativa voluta dal Consiglio di Zona 3 per mia indicazione che gode del Patrocinio della Provincia di Milano.
Indagini, intermezzi e considerazioni a cura di Andrea G.Pinketts, Andrea Carlo Cappi e musica con Svetlana Knezovic Begotti al pianoforte.
L’evento si svilupperà raccontando i retroscena dell’Unità d’Italia in modo storicamente corretto ma molto diverso da come si studia a scuola, una lettura alternativa di come si è raggiunta l’Unità d’Italia, in veste di indagatori del Risorgimento.
Un viaggio musico letterario che rappresenta un intreccio tra musica e parola, spazialità temporale, ogni argomento affrontato viene proiettato nelle sue radici storiche ma con riferimento anche al contesto territoriale in cui viene presentato. Ricerche sonore con performances dal vivo che si rendono fruibili perché ben inserite ed assimilate alla realtà civica e sociale nella quale vengono proposti.
Durante la serata proiezioni video e video spot, che sarà trasmesso da Sky canale 896 e Bolognatg24 a cura di Marika Dell’Acqua, con riferimenti alla Milano degli scapigliati, mostra digitale curata dalla Biblioteca Sormani.
DigitaMi è una biblioteca digitale che comprende documenti rappresentativi della tradizione storica e culturale di Milano. Il fondo, che comprende opere rare e preziose, spazia dai testi letterari di grandi scrittori milanesi e lombardi a quelli di autori minori, dalle descrizioni di costume alle vicende storiche, senza ignorare le tradizioni popolari e la letteratura dialettale.
La Milano dagli scapigliati:
Tra la metà del XVIII secolo e la proclamazione dell’unità nazionale, Milano è l’epicentro delle correnti culturali più significative: dal fervore riformistico del circolo illuminista raccolto intorno al “Caffè” dei fratelli Verri, all’impegno politico-civile e di rinnovamento culturale promosso dalle pagine del foglio romantico “Il Conciliatore”. La vivacità della tradizione culturale, la sicura competenza amministrativa, il primato nelle attività economiche si sommano agli imperativi tutti ambrosiani dell’operosità e della concordia sociale, facendo sì che la città rivendichi per sé il ruolo di “capitale morale d’Italia”. Testimone insoddisfatto di questa stagione di passaggio è un gruppo di scrittori, milanesi per nascita o adozione, incapaci di ridimensionare i generosi ideali risorgimentali alla mediocre realtà dello stato unitario. Il movimento della Scapigliatura nasce e si sviluppa a Milano nel ventennio successivo all’unità. E non a caso. La dimensione urbana rende infatti massimamente percepibile l’urto tra la modernità economica e l’intellettualità umanistica.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , , ,
Inserito in APPUNTAMENTI, IN CONSIGLIO | Nessun commento »

Piazza Gobetti: finalmente interrato il cavo elettrico penzolante

Scritto da Gianluca Boari il 24 marzo 2011 – 01:26 -

Dopo oltre un anno dalla mia richiesta il Comune ha provveduto a far interrare il cavo elettrico che alimenta il chiosco di piazza Gobetti e che per anni penzolava attaccato in qualche maniera agli alberi in maniera pericolosa e poco decorosa dal punto di vista estetico.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: ,
Inserito in AMBIENTE, SICUREZZA | Nessun commento »

Arte Parole e Musica indagano l’Unità d’Italia

Scritto da Gianluca Boari il 16 marzo 2011 – 13:00 -

coccarda-grande-jpgin questi giorni Milano si tinge di tricolore. Spero siano ancora tanti coloro che camminando provino una qualche forma di emozione nel vedere il simbolo dell’Identità nazionale, della Casa comune moltiplicarsi di strada in strada. L’Italia ha certamente vissuto tempi migliori rispetto agli attuali, ma anche peggiori. I momenti di grande difficoltà sono stati superati proprio grazie al comune sentimento di appartenenza ad una Nazione dalla nobile e antica storia. Sono pertanto convinto che una ricorrenza così significativa come i 150 anni della nascita dell’Italia come stato unitario cada nel momento migliore e sia occasione di riflessione per tutti. Per chi, più anziano, ha contribuito alla crescita post bellica e per coloro, spesso i più giovani, avvertono forme di incertezza e smarrimento legati ai grandi cambiamenti sociali e culturali connessi con i processi di globalizzazione.

Il Consiglio di Zona 3, per mia richiesta e con i soli voti dei consiglieri del centrodestra (inlusa la Lega Nord), ha scelto di dare il proprio contributo ai festeggiamenti organizzando un’iniziativa su più giornate a partire dal 29 marzo con momenti ed eventi differenti dedicati ad adulti e bambini: spettacoli musicali e di cbaret, letture e giochi in biblioteca, esibizione di rapaci addestrati in piazza. 

Il Programma:

MARTEDì 29 MARZO 2011

Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto, 2  telefono 02-77.40.63.00

Ore 11,00 Conferenza Stampa – presentazione delle iniziative legate ai 150 anni dell’Unità d’Italia
Ore 21,00 – Pensieri, suoni e parole dall’unità d’Italia ai giorni nostri: Indagini, intermezzi e considerazioni a cura di Andrea G. Pinketts, Andrea Carlo Cappi, Carlo Mario Cerroni, e musiche eseguite da Svetlana Knezovic Begotti.
  Leggi il resto »

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , ,
Inserito in APPUNTAMENTI, IN CONSIGLIO | 1 Commenti »

Città Studi Milano Festival

Scritto da Gianluca Boari il 8 marzo 2011 – 16:12 -

04032011-conferenza-stampa-citta-studi-milano-festivalIl 4 marzo scorso ho avuto modo di essere invitato alla conferenza stampa organizzata da un gruppo di giovani musicisti professionisti che hanno deciso di organizzare una rassegna di classica.

Il Città Studi Milano Festival, che si terrà il 25 marzo, il 15 aprile e il 20 maggio alle ore 21.00, nasce nasce dall’esigenza di arricchire l’offerta culturale e l’intrattenimento musicale in una Zona caratterizzata dalla presenza di Istituti Universitari e Scuole di Specializzazione a carattere scientifico.
La prima edizione della rassegna è dedicata alle forme di danza ed al loro influsso sulla produzione di autori dell’Est Europa, della Spagna e dell’America Latina, dal tardo Ottocento ad oggi.
“Ritmi travolgenti e sonorità dall’inconfondibile sapore folklorico si fondono agli idiomi della tradizione colta, instillando loro nuova linfa creativa.”04032011-cappella-della-basilica-dei-martiri-santi-nereo-e-achilleo1

L’iniziativa è resa possibile dalla disponibilità della Basilica dei Santi Martiri Nereo e Achilleo di via Argonne e del suo Parroco Don Gianluigi Panzeri che ha entusiasticamente creduto in questi giovani intreprendenti musicisti.
Il tutto avverrà nella bellissima cappella della Madonna di Fatima i cui affreschi furono realizzati nel 1948 da Vanni Rossi.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , ,
Inserito in APPUNTAMENTI | Nessun commento »

Viabilità piazza Bottini – chiesta inversione di senso di marcia di via Orombelli

Scritto da Gianluca Boari il 22 febbraio 2011 – 16:17 -

In occasione della seduta di Commissione Traffico e Viabilità del 2 febbraio 2011 gli Uffici del Consiglio di Zona hanno inviato al Comandante della Polizia Locale della Zona 3 dott. Zampinetti la richiesta di invertire il senso di marcia di via Orombelli.
La richiesta è motivata dal fatto che, così come attualmente sistemata, la viabilità della via Valvassori Peroni, nel tratto tra la via Bassini e piazza Bottini risulta essere un “cul de sac” che conduce soltanto nella piazza, la quale comunque non può essere attraversata. Inoltre l’incrocio, di cui alla allegata planimetria, tra le vie Buschi, Valvassori Peroni e Orombelli dà luogo a situazioni di grande confusione e pericolo.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , , ,
Inserito in AMBIENTE, IN CONSIGLIO, SICUREZZA | Nessun commento »

Rubattino: rifare completamente viale Cutuli

Scritto da Gianluca Boari il 4 febbraio 2011 – 01:05 -

Lo stato in cui si timg_0649rova il viale pedonale situato nel complesso residenziale del Rubattino e che da subito dopo la sua relizzazione continua a dare problemi di tenuta fisica nonoscante alcuni interventi operati dal Comune per sollecitazione dei cittadini e del Consiglio di Zona 3. 
 
Nonostante alcuni piccoli interventi manutentivi, come citato in precedenza, il manto continua ad andare in pezzi. Inoltre si formano di frequente pozze e ristagni di acqua. 
 
La manutenzione del viale spetta oramai al comune tuttavia penso che Aedes potrebbe sentirsi in dovere di mettere mano alla situazione rifacendo completamente il vialetto realizzato solo 7 anni fa.

La richiesta di rifacimento completo del viale è stata da me inviata settimana scorsa all’attenzione del Sindaco Moratti.

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , ,
Inserito in AMBIENTE | 1 Commenti »

Lambrate: barriere antirumore ferrovia

Scritto da Gianluca Boari il 4 febbraio 2011 – 00:31 -

via-monte-nevosoAlcuni giorni fa ho inviato al Sindaco Moratti la richiesta di inserire nel suo programma per i prossimi cinque anni la realizzazione delle barriere antirumore a Lambrate.

L’iquinamento acustico dovuto al sempre crescente traffico ferroviario della stazione che taglia in due la Zona 3 ha portato negli anni i cittadini ad avanzare richieste al Consiglio di Zona affinche si facesse tramite con il Comune centrale per far realizzare barriere fonoassorbenti.

Il problema riguarda soprattutto i tanti abitanti di via Plezzo e delle vie Olivari, Monte Nevoso e Wildt. In una delle foto che allego (quella di via Plezzo) si vede l’unico tratto di barriera realizzato vent’anni fa (dove non servono in
quanto non ci sono abitazioni).

Da quanto ho avuto modo di sapere i rilievi dell’ARPA per il piano antirumore ponevano il tratto Stazione, via Monte Nevoso, Via Olivari con codice 4, ovvero di massima priorità. Gli interventi per posizionare le barriere in quel tratto,
erano previsti per il 2004. Questa zona è dal punto di vista acustico in fascia A con indici di priorità 61.807. ovvero i più alti. I decibel diurni sono 70. (Allego mappa della zona a fascia A – fonte ferrovie dello Stato che indica le barriere previste nel 2004, ma mai realizzate perchè ritenute dai tecnici del Comune antiestetiche, e le schede tecniche).

Scarica la versione PDF |  Visualizza versione stampabile  Visualizza versione stampabile
Tags: , ,
Inserito in AMBIENTE | 2 Commenti »